Seleziona una pagina

Il caldo è ormai afoso da qualche giorno, l’estate che avanza si fa sentire e non solo per noi umani ma anche per i nostri dispositivi elettronici.

Per ovviare al surriscaldamento incombente, noi di CdA ci siamo ingegnati per trovare 3 semplici metodi per raffreddare le nostre amate macchine.

 

  • Il metodo classico

Ormai quasi scontato ma sempre all’ avanguardia è l’utilizzo di ventole supplementari poste ad incanalare una maggiore quantità d’aria nelle bocchette di aspirazione del computer oppure puntate con attenzione verso i punti critici dell’ elettronica del computer (CPU, GPU, ecc…).

Nonostante sia uno dei metodi migliori ha un grosso difetto, la rumorosità che a lungo andare può risultare fastidiosa.

Qui potete trovare una comoda ventola USB da 120 mm: http://amzn.to/2sRRHvN

 

  • Il metodo ignorante

Da sempre amato dai più poveri, usare i pacchi di surgelati (o i più costosi siberini/ghiacci da borsa frigo) piazzandoli vicino alla carcassa del vostro computer o all’ ingresso delle prese di areazione, è il metodo più comodo per le sessioni di gioco impegnative ma di relativamente breve durata. Grazie all’alto calore specifico dell’umidità contenuta nelle verdure surgelate si riesce ad abbattere la temperatura, dei portatili soprattutto, di un buon 40% rispetto alla temperatura di normale utilizzo estivo; garantendo quindi una buona usabilità senza thermal throttling.

Naturalmente ricordatevi di avvolgerli in un asciugamano per evitare spiacevoli formazioni di condensa sulle vostre componenti elettroniche

Un pregio da non sottovalutare di questo metodo è l’assenza di rumore che sarebbe generato da parti in movimento, e lo rende ottimo per streamer e youtuber.

Qui potete trovare i siberini: http://amzn.to/2sRI68g

 

  • Il metodo studiato

Il metodo con il quoziente intellettivo più alto invece, è quello che consite nel cambiare la pasta termica delle componenti a più alto rischio surriscaldamento come scheda grafica e processore. Sembra un passaggio scontato, ma è uno dei metodi più semplici ed efficaci per recuperare anche 10 gradi dopo l’applicazione della nuova pasta.

A questo metodo va data sempre una particolare attenzione e va fatto con un minimo di testa, dato che una quantità sbagliata di composto potrebbe addirittura peggiorare la situzione.

Qui potete trovare una buona pasta termica: http://amzn.to/2sRQViy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo, se vuoi altre info le trovi qui

Chiudi